Share |

8 marzo 2011 Perugia: Irruzione in Regione

L'assemblea femminista umbra fa irruzione nella Regione Umbria!
Occupato l'atrio della sede istituzionale, ci siamo riprese il diritto di scegliere sui nostri corpi e sulle nostre vite, a partire da una riconquista degli spazi della città! Per parlare di autodeterminazione e libertà di scelta, di desideri bisogni sogni!

Contro gli ostracismi della Regione all'utilizzo della RU486 come libera scelta delle donne in alternativa all'aborto chirurgico, contro la pesantissima presenza di obiettori di coscienza nei nostri ospedali che limita di fatto la piena applicazione della L194, contro una costante precarizzazione delle nostre vite, per un potenziamento dei Consultori che invece vedono minacciata la loro funzione fondamentale al fianco delle donne, perché nessuno ci debba più dire quando e se diventare madri, come ci dobbiamo muovere e divertire, per una vita libera dalla "sicurezza" del controllo e delle recinzioni, per una sicurezza fatta di reddito diritti felicità: L'OTTO M'ARZO E M'ARIVORTO!