Share |

Il carcere di Capanne

Carcere di Capanne

Presenze: 483 detenuti uomini, 83 detenute donne
Capienza: 352 detenuti
Stranieri: 70% sia donne che uomini

Direttore: Dott.ssa Di Mario
Polizia penitenziaria: 241 agenti di cui 45 donne
Comandante: Roberto Profili
Educatori realmente in servizio: 5
Assistenti sociali assegnati: 5
Medici: incaricati 3, medici di guardia 9, 12 infermieri turnisti più una caposala. Una psichiatra.
Il SERT è presente con un medico fisso e due infermiere che si occupano del trattamento metadonico.E’ presente anche il GOAT per gli alcolisti.

Morti violente: 1 (Aldo Bianzino, 44 anni, 14/10/07)
Suicidi: 4 Perugia (Angelina Giordano, 55 anni, 4/11/04 - Detenuta Italiana, 44 anni, 18/06/06 - Michele Massaro, 23 anni, 12/01/11 - Detenuto Italiano, 36 anni, 02/08/11)
Da Accertare: Walid Jendoubi, 25 anni, 03/09/05 - Detenuto Italiano, 33 anni 24/04/07 -
Tentativi di suicidio: 5
Tasso di autolesionismo: alto

Colloqui: 6 colloqui al mese
Pacchi dei familiari: fino a 20 Kg al mese
Telefonate: 1 telefonata a settimana

RACCOLTA ARTICOLI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MORIRE DI CARCERE
 

Aldo Bianzino

Veritàperaldo Il Blog del Comitato Verita per Aldo

Articolo 7 - La storia di Aldo Bianzino

Intervista a Roberta Radici, moglie di Aldo

 

Angelina Giordano

Perugia: detenuta da 3 mesi per bancarotta, s’impicca in cella

 

Detenuta italiana

Suicidio: 18 giugno 2006; Carcere di Perugia

 

Detenuto Italiano

Nuovo caso di suicidio in carcere, questa volta a Capanne. In corso le indagini. Torna alla ribalta la questione delle carceri umbre

Perugia: disposta l’autopsia sul corpo del detenuto ritrovato morto in cella

 

Michele Massaro

Carcere: Michele Massaro era disperato, aveva confidato ai famigliari di volersi uccidere

Per i genitori Michele Massaro morto nel carcere di Perugia non si è ucciso

La storia di Michele Massaro; un suicidio anomalo... anche per il carcere

 

Walid Jendubi

Morte per cause da accertare: 3 settembre 2005, Carcere di Perugia

 

LETTERE DAL CARCERE

Anna, Flora, Nelly e Tiziana dal carcere Capanne di Perugia

Lettera di una detenuta a Rita Bernardini