Share |

La colonna sonora della crisi

Dj set zia agony
La colonna sonora della crisi
Free money...

Sigla...

Noi non vogliam sperare niente.
il nostro sogno è la realtà.
c'è, c'è. sì che c'è.

Sta nel fondo dei tuoi occhi
sulla punta delle labbra
sta nel corpo risvegliato
nella fine del peccato
nella curva dei tuoi fianchi
nel calore del tuo seno
nel profondo del tuo ventre
nell'attendere il mattino

Sta nel sogno realizzato
sta nel mitra lucidato
nella gioia nella rabbia
nel distruggere la gabbia
nella morte della scuola
nel rifiuto del lavoro
nella fabbrica deserta
nella casa senza porta

Sta nell'immaginazione
nella musica sull'erba
sta nella provocazione
nel lavoro della talpa
nella storia del futuro
nel presente senza storia
nei momenti di ubriachezza
negli istanti di memoria

Sta nel nero della pelle
nella festa collettiva
sta nel prendersi la merce
sta nel prendersi la mano
nel tirare i sampietrini
nell'incendio di Milano
nelle spranghe sui fascisti
nelle pietre sui gipponi

Sta nel sogno dei teppisti
e nei giochi dei bambini
nel conoscersi del corpo
nell'orgasmo della mente
nella voglia più totale
nel discorso trasparente.

ma chi ha detto che non c'è
ma chi ha detto che non c'è

Sta nel fondo dei tuoi occhi
sulla punta delle labbra
sta nel mitra lucidato
nella fine dello Stato

c'è, c'è. sì che c'è.

Gianfranco Manfredi - Ma chi ha detto che non c'è

Introduzione uno

Non esco di casa
no e no
fuori c'è la crisi....

Al supermercato
la cassiera
già da un po' chiede di me.

Io no, io no
no non esco di casa
no fuori c'è la crisi.....

C'è la crisi
e per Natale
cosa mi regalerò?

Ivano Fossati - La crisi - 1979

Intro due

gente ra gente... e siamo la gente la gente...

 

Gente StranaPosse - Gente ra Gente

e la storia si ripete...si ripete...
vi ruberanno l'anima e non ve ne accorgerete...

Gente Strana Posse - La storia si ripete

Cosa farete se lo schermo scoppia...
potrete contare solo su di voi...

Kina - Cosa farete

Vuoto a perdere...nuotare stare a galla....

Fluxus - Nessuno si accorge di niente

Parla con le tue parole...
mani nel vuoto...
mentre i tuoi occhi pensano...


Negazione - Parole

Intermezzo:

manca l'aria manca un grido...
la miseria dei cervelli...
io non ho futuro ma non voglio stare male e che si arrangi chi ha paura
del caviale... e bruciare tutto non e' cosi' brutto come leggi sul
giornale il giorno dopo.. e no! io non ci sto'...lasciatemi nel ghetto
ancora un po'...io non ho partito...

Alberto Radius - Nel ghetto

Bisogna rendere ancora piu' opressiva l'oppressione per aggiungervi
la coscienza della rabbia, la tua lotta!

Peggio Punx - La tua lotta

Capitalismo non e' un lavoro...

Ci stanno uccidendo al suono della nostra musica... non ricordarmi mai
se puoi...


Peggio Punx - Ci stanno uccidendo

Qui un pezzo che va' solo per associazione: ci stano uccidendo al suono della nostra musica...

Quello che hai solo falsita' e in un mondo di miseria dove sopraffare e' normalita'.

E in un mondo..dove manca solo liberta'...il mio mondo sta' morendo...quello che hai...

Contropotere - Nessuna speranza nessuna paura

Il mito americano al tempo della crisi:

vivi solo per la birra te ne freghi della societa'...

Homer Simpson - FFD

e il lavoro minkia!!!

Tanti sogni sul cuscino..pellerossa d'italia ogni mattina vado al bar...
ha regalato i mmigliori anni alla liberta'... ma chi e'?

un avanzo di cantiere...

Banda Bassotti - Avanzo de cantiere

e

se otto ore vi sembran poche andate voi a lavorar e proverete la
differenza tra il lavorare e il comandar..
noi faremo come la russia suoneremo il campanello innalzeremo falce e
martello...

Il coro delle mondine

E poi la tecnologia che avanza le moltitudini che si annoiano sempre
piu'...eheheh


Alberto Camerini - Rock 'N' Roll Robot

Eha oi oi eah proletario ottore nel cantiere non lasciarti
intrappolare...

FFD - Proletario

ma venivamo dall'autonomia...
dunque un gelato metropolitano ci sta' sempre amici compagni spettatori,
un'altra canzone...questa e' proprio micidiale un po' fuori dal
normale...

Alberto camerini - Gelato metropolitano

Anche nella crisi e' una storia senza tempo:

Los Fastidios - Storia Senza Tempo

...e avanti senza sosty
non cambieremo mai...
(comunque sotto casa, e' vero, hanno chiuso il sosty...)

Fumo nero ognuno ha il suo papa...
sempre di default in default..

e' nat nat..
si puo' vivere una vita intera come sbirri di frontiera...

Curre Curre Guaglio' - Banda bassotti feat. OZulù @ The SO36

Scenderemo nelle strade forse

Nabat - Scenderemo Nelle Strade

Otto ore di lavoro non vogliamo piu' impazzire...no!!
e le vostre ipocrisie tutti quanti voi borghesi..

Come i sioux

Banda bassotti - Figli della stessa rabbia

Panico panico e tu...

Erode - Panico Panico

Quando ci vuole ci vuole magari anche la rivoluzione...

Erode - Orgoglio proletario

Giorni duri

Tg tg tg qua' tg la' questa in fondo e' la realta' per chi la vende e
per chi la compra...


tg - derozer

redemption song...

No Use For A Name - Redemption Song appunto....

"I Want To Be Wrong"
"I Want To Be Wrong"
"I Want To Be Wrong"
"I Want To Be Wrong"
"I Want To Be Wrong"

No Use For A Name - Live "I Want To Be Wrong"

ok la scaletta degenera... e' la crisi.. e' la crisi..

Hero Worship - The B-52's

Free Money - Patti Smith

Dead Kennedys - Riot

E' tardi metto la sigla...

E' l'internazionale un altra umanita' un altro partito
il partito immaginario...
chi ha compagni non morira'...questo pugno che sale...

Noi siamo gli ultimi del mondo.
Ma questo mondo non ci avrà.
Noi lo distruggeremo a fondo.
Spezzeremo la società.
Nelle fabbriche il capitale
come macchine ci usò.
Nelle scuole la morale
di chi comanda ci insegnò.

 Questo pugno che sale
 questo canto che va
 è l'Internazionale
 un'altra umanità.
 Questa lotta che uguale
 l'uomo all'uomo farà,
 è l'Internazionale.
 Fu vinta e vincerà.

Noi siamo gli ultimi di un tempo
che nel suo male sparirà.
Qui l'avvenire è già presente
chi ha compagni non morirà.
Al profitto e al suo volere
tutto l'uomo si tradì,
ma la Comune avrà il potere.
Dov'era il no faremo il sì.

 Questo pugno che sale...

E tra di noi divideremo
lavoro, amore, libertà.
E insieme ci riprenderemo
la parola e la verità.
Guarda in viso, tienili a memoria
chi ci uccise, chi mentì.
Compagni, porta la tua storia
alla certezza che ci unì.

 Questo pugno che sale...

Noi non vogliam sperare niente.
il nostro sogno è la realtà.
Da continente a continente
questa terra ci basterà.
Classi e secoli ci han straziato
fra chi sfruttava e chi servì:
compagno, esci dal passato
verso il compagno che ne uscì.

Ivan Della Mea - L'Internazionale di Fortini (1994)

Chiusura delle trasmissioni:

Gianfranco Manfredi - Zombie di tutto il mondo unitevi