Share |

Articles in "Tutti"

Articolo

L'affermarsi, negli ultimi decenni, di un nuovo ordine economico mondiale, dato dalla rivoluzione delle comunicazioni e dell'informazione, dalla deindustrializzazione di molte vecchie regioni produttive, dalla vertiginosa mobilita' dei flussi finanziari, dalla migrazione della forza lavoro, non solo ha reso vicino anche l'angolo più distante del pianeta ma ha portato ad una riorganizzazione dello spazio urbano.

Articolo

Due giorni di riflessione, recupero di saperi e scambio di esperienze sugli stati non ordinari di coscienza e le sostanze psicotrope.
Venticinque anni di politiche sulle droghe progressivamente sempre più repressive, proibizioniste e moraliste hanno lasciato sui nostri territori i segni di una guerra che si è combattuta sui corpi dei consumatori e rafforzato una cultura di base che considera nocive le sostanze illegali e percepisce come poco pericolose se non innocue quelle che rientrano in un quadro di legalità.

Articolo

Operazione Ardire: Il gup decide che l'inchiesta Ardire, che aveva portato all'arresto preventivo durato 1 anno di Alessandro, Giulia e Paola, possa ritenersi conclusa, senza nemmeno l'inizio del processo.

Articolo

II 15 dicembre a Roma, la Rete “Fine del Mondo Proibizionista” ha indetto una assemblea nazionale, in vista del pronunciamento della Corte Costituzionale sulla Fini/Giovanardi, previsto il prossimo 11 febbraio, alla quale hanno aderito, animando attivamente l’incontro e il dibattito, un vasto ed eterogeneo numero di realtà, soggetti, gruppi, che spaziano dai CSOA agli operatori di riduzione del danno, ad associazioni, onlus e parti di organizzazioni istituzionali.

Articolo

Questa mattina il collettivo Bellaqueer è intervenuto al primo incontro del corso di educazione alla legalità organizzato dalla provincia di Perugia. Di seguito il report.
Già il nome dell’iniziativa era fortemente inquietante: “Le basi naturali del nostro bisogno di legalità – Il ruolo decisivo che Darwin ha attribuito alla “femmina” umana nello sviluppo della nostra civiltà“.
Pensavamo di dover andare a contestare l’esposizione di una teoria del determinismo biologico che, nella distorsione dell’evoluzionismo prodotta dal Prof. Marco Marchetti, (ordinario di medicina legale e criminologia dell’Università del Molise) vorrebbe le donne portatrici di una sorta di gene della legalità in base al quale riconoscere il loro “ruolo nella civiltà umana”.

Articolo

Un video per lanciare una campagna nazionale contro la Repressione a cura del Comitato La tortura è di Stato: Rompiamo il Silenzio
all’interno del video la testimonianza di Enrico Triaca, “tipografo” delle Brigate Rosse torturato dai Cinque dell’Ave Maria di DeTormentis (nient’altro che il funzionario di polizia Nicola Ciocia),  le interviste a Paolo Persichetti e all’avvocato Francesco Romeo.

Articolo

Alle elezioni amministrative in Inghilterra l'UKIP, partito anti-europeo e xenofobo, ha ottenuto 42 seggi prendendo il 26% dei voti. Il prossimo anno sono previste le elezioni europee e ci potrebbero essere spiacevoli sorprese, visto che gia nel 2009 i partiti dell'estrema destra europea avevano raccolto ampi consensi, molto piu di quelli ottenuti nei rispettivi Stati.
Quella che vi proponiamo qui è una mappa, sicuramente incompleta, di partiti e movimenti di estrema destra che infestano ancora le strade d'Europa.

Articolo

Parafrasando un famoso film di Vanzina "Anche sto Social Forum ce lo semo levato dalle ..."
Quattro giorni di riunioni, workshop, incontri all'interno del campus universitario di El Manar a 4 km dal centro di Tunisi.

Articolo

Il 19, 20, 21 aprile come contadine\i, artigiane\i e “co-produttori\rici” di Terra Fuori Mercato (PG) e MercatoBrado (TR) saremo in Val Susa per l'incontro nazionale di Genuino Clandestino. Saremo nella Valle che resiste per manifestare la nostra scelta di parte, in appoggio a chi lotta per difendere la propria terra contro il profitto di pochi.

Articolo

Il potere è una brutta bestia, perché quando si è attaccati con il cemento alle poltrone tutto è giustificabile.
Così capita che il Comune di Terni, di pluridecennale gestione PD, vada ad intitolare una via alle “vittime delle foibe”, senza neanche ragionare sulla questione, senza aprire una discussione con la città, discussione che sarebbe necessaria, proprio per restituire un po’ di verità storica alla questione.

Video

Andrea PALLADINO, giornalista, durante un assemblea pubblica spiega le varie conessioni tra politica e rifiuti nelle quale si è imbattuto durante le sue varie inchieste, Una settimana dopo, a Terni si è svolta una manifestazione contro al riapertura dell'inceneritore che è costato gia la vita a 2 operai
https://vimeo.com/60951488

Articolo

ESTRAZIONE PREMI LOTTERIA SOLIDALE Sabato, 2 marzo 2013
dalle 19:00 presso il Macadam (via del cortone 19)
info: senzacalmadivento@insiberia.net

Articolo

L’inchiesta della Procura di Firenze riguardante i cantieri del passante Tav realizzati nel capoluogo toscano tocca anche personaggi politici di spicco. Tra i 31 indagati per i reati di associazione a delinquere, truffa, corruzione e gestione abusiva dei rifiuti risulta anche l’ex governatrice dell’Umbria Maria Rita Lorenzetti.

Articolo

Un’idea critica nei confronti della Rete nasce dall’intenzione di smontare il feticismo digitale, iniziando a comprendere i rapporti di potere che determinano la Rete e che la Rete determina nel mondo reale, chiedendosi cosa si intende per “Net Neutrality”, distinguendo le pratiche di liberazione dalle pratiche di assoggettamento che ogni tecnologia può offrire. Uno strumento potente come Internet, se utilizzato senza un’adeguata comprensione, potrà solo essere una trappola mortale, nella quale ogni nostra informazione personale è a totale disposizione degli organi che tentiamo di combattere.

Articolo

Quello che emerge dall'inchiesta sulla TAV toscana e l'ex Presidente della regione Umbria è l'emblema di come venga gestita questa regione ( dalla maggioranza, ma anche dalla finta opposizione) ormai da tempo memorabile. Il principio è: gli interessi privati di chi sta al potere prima di tutto.

Articolo

Il 16 gennaio un grande corteo invade le strade di Spoleto. Quattrocento lavoratori e studenti sfilano contro il violento avvitamento della crisi, che i padroni delle principali aziende cittadine hanno imposto ai lavoratori. Ad aprire il corteo sono gli operai della IMS – Industrie Metallurgiche Spoleto (conosciuta in città come ex Pozzi), ma ci sono anche gli operai della Panetto&Petrelli, di Novelli, dello spolettificio di Baiano e molti studenti e solidali. L’iniziativa è stata presa dagli operai della Pozzi, in totale autonomia, scavalcando il sindacato. I lavoratori devono ricevere dal padrone ben quattro stipendi (tre mensilità più la tredicesima). Proprio quella mattina si sarebbe dovuta tenere l’udienza in Tribunale, per dare conto ai diritti dei creditori (i più deboli dei quali sono appunto gli operai). In un primo momento il corteo è stato boicottato da tutti. La Fiom regionale si era detta dispiaciuta di non essere stata coinvolta nell’indizione della manifestazione. Il Consiglio Comunale, per far fallire l’evento, ha indetto una seduta aperta proprio in concomitanza della manifestazione. Lunedì 14 si comincia però a capire che l’evento sarebbe riuscito, così fioccano in un solo giorno le adesioni dei soliti opportunisti (Prc, Sel, che comunica alla stampa che avrebbe sfilato con i capolista delle prossime elezioni), persino i commercianti mandano un messaggio di solidarietà e abbassano le saracinesche durante il corteo.

Articolo

Ci sono momenti, tanti momenti, in cui una risata irrompe come un tuono, come una cascata da un dirupo e si dipana fresca sulla pelle, sul viso, nella testa.  Lettera di Giulia da Rebibbia.

Articolo

Berlino - Dopo l'ostinazione sotto la pioggia dello scorso autunno, dopo la resistenza ai numerosi tentativi di sgombero da parte delle forze dell'ordine, il rilancio: gli scioperanti accampati alla Porta di Brandeburgo dal 24 ottobre hanno deciso di lasciare il presidio per occupare una vecchia scuola superiore di Kreuzberg, all'incrocio tra Ohlauer e Reichenberger Straße, "un posto dove riposarci, dove avere tranquillità e poterci ricaricare". Dall'8 dicembre vivono in più di 70 nella Gerhart Hauptmann Schule, supportati da* attivist* berlinesi che in questi mesi hanno moltiplicato le iniziative di solidarietà nei loro confronti. Intanto il presidio a Oranienplatz, nel cuore di Kreuzberg, continua ad essere il centro dell'attività politica, di scambio, di coordinamento con le altre iniziative in terra tedesca, ma anche internazionali.

Articolo

Serie di considerazioni, per nulla esaustive e scientifiche, ma del tutto personale di due mesi (quasi esclusivamente) passati ad Exarchia, Atene.

Articolo

BLITZ DEL COLLETTIVO BELLAQUEER ALL’INCONTRO SU ‘PERSONA E TRANSESSUALISMO IN ISRAELE’ ORGANIZZATO DALL’UNIVERSITA’ DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON L’ASSOCIAZIONE ITALIA-ISRAELE.

Articolo

Con la sua dichiarazione sulla non sostenibilità finanziaria del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) Mario Monti, per conto della governance finanziaria,  ha voluto aprire, anche in Italia, la partita della messa  a valore della salute, tramite la sua concreta trasformazione da diritto  -acquisito con il ciclo di lotte degli anni 60 e 70 - a merce, acquisibile tramite polizze assicurative che garantiscano, così come avvenuto per pensioni, indennità di disoccupazione e accesso allo studio, l’indebitamento strutturale come impronta comune della rendita sulle nostre vite.

Articolo

Il ministro dell'interno A. Maria Kancellieri è preoccupata. L'italia sta attraversando un momento difficile. Il governo ne è consapevole. Sono mesi che si sta preparando ad affrontare una situazione sociale ed economica che si fa sempre più pesante ed esplosiva.

Articolo

Ndr

 

Oggi, 14 novembre, per la prima volta da molti anni non sono in piazza e non aderisco allo sciopero di disoccupati, precari e studenti.
Da solo, mi domando perché e provo a rispondermi, con qualche veloce considerazione.