Share |

Torneo oltre Confini

2 giornate antirazziste il 24 e 25 ottobre 2015 a Perugia
torneo antirazzista ottobre perugia

Dalla Grecia all'Ungheria, dall'Italia alla Germania i media ci stanno bombardando con immagini e testimonianze sulla grave situazione dei migranti e dei rifugiati; questo fenomeno per molti inspiegabile e lontano è in realtà storicamente ben determinato e richiede oltre ad una più attenta analisi anche un intervento immediato.
Migliaia di persone partono dai loro paesi devastati da guerre e miseria sopravvivendo ad un viaggio infernale, per cercare una vita migliore nel Vecchio Continente ormai trasformato in fortino.
La disinformazione destroide giorno per giorno svolge soltanto il triste compito di addestrare ignoranti all'odio contro lo straniero, fomentando lo scontro tra poveri e pacificando quello tra sfruttati e sfruttatori.
Mentre questo sistema continua a percorrere la strada cieca del libero mercato, garantendo con la globalizzazione il libero spostamento di capitali e mezzi di produzione, da parte dei ricchi, verso le mete di volta in volta più fruttifere, agli esseri umani poveri invece viene vietato il transito nel cercare migliori condizioni di vita, rendendo sostanzialmente illegale il desiderio di vivere possibilmente felici.
Riteniamo che accanirsi contro chi vive condizioni peggiori delle nostre sia subdolo e soprattutto speculare a chi quelle condizioni di vita le impone indiscriminatamente ad italiani e stranieri detenendo il potere. Gli unici soggetti dai quali è doveroso difendersi e contro i quali è necessario organizzarsi sono gli oppressori ; il punto di partenza imprescindibile è quello di far fronte al nemico insieme, perché ci sembra sempre più evidente che solo uniti e organizzati si possa migliorare la propria condizione, mentre divisi e messi l’uno contro l’altro l’unica cosa possibile è continuare a subire.
Al netto delle forme istituzionali infatti, realtà di solidarietà attiva iniziano a sperimentarsi anche nel nostro paese, dalle frontiere di Ventimiglia, alle campagne del sud dove una resistenza dal basso è portata avanti da un tessuto sociale trasversale che vede molteplici soggetti unirsi nella lotta, al di là di appartenenze etniche o religiose differenti.
Su questo esempio crediamo sia necessario creare una piattaforma di condivisione e confronto con quelle persone che provenendo dall'altra parte del mondo si trovano a vivere insieme a noi un sistema ingiusto. Dalla convinzione che sia necessario partire dalle forme principali di aggregazione, per intraprendere questo confronto, nasce l’idea del torneo antirazzista: due giornate dove ci incontreremo per confrontare pensieri ed esperienze diverse, giocare a calcio, condividere cibi, lingue e musiche multietniche.
Lo svolgimento dell'iniziativa sarà diviso in una prima giornata a sfondo informativo presso il Circolo Island e nel giorno successivo si svolgerà un torneo antirazzista di calcio a 7 presso i campi da calcio dell'antistadio Renato Curi.

Programma delle giornate
Sabato 24 Ottobre 2015
dalle ore 18 presso il Circolo Island (Madonna Alta-Perugia):
1)Presentazione del fumetto "la Bolla", narrante la realtà di resistenza alla frontiera Italo-Francese di Ventimiglia.
2)Assemblea pubblica con:
-Interventi e testimonianze in prima persona dei fatti realmente accaduti
-Intervento dell avvocato Francesco Di Pietro riguardo i diritti
-Testimonianze di sport popolare della Palestra Popolare Perugia
-Intervento di Barbara Pilati (ARCISolidarietà) e testimonianze di richiedenti asilo politico
3)Aperitivo popolare

Domenica 25 Ottobre 2015
Appuntamento ore 12 presso i campi da calcio Antistadio Renato Curi:
-Torneo Antirazzista di calcio a 7
-Cena Multiculurale
-Serata musicale
IN CASO DI PIOGGIA: subito dopo il torneo ci si sposterà al Circolo Island per cenare al coperto.
Nessun essere umano è illegale, ad essere illegale è il sistema che sfrutta esseri umani, devasta territori e saccheggia risorse !
INFO: conttattare tramite Facebook il Circolo Island