Share |

Riflessioni semiserie sul Social Forum di Tunisi

Fsm2013
leon

Parafrasando un famoso film di Vanzina "Anche sto Social Forum ce lo semo levato dalle ..."
Quattro giorni di riunioni, workshop, incontri all'interno del campus universitario di El Manar a 4 km dal centro di Tunisi.
Arriviamo il primo giorno, stanno ancora sistemando tutto, cerchiamo dove accreditarci. Panico!!! Iniziamo a chiedere, veniamo mandati alle segreterie, dove ci spiegano che li si fanno gli accrediti, ma per le associazioni e ci indirizzano verso il padiglione B nell'altra ala del campus. Dal padiglione B veniamo mandati a quello A, praticamente al punto di partenza, per essere da li rimandati al B, dove nel frattempo hanno allestito una tenda per gli accrediti.
Finalmente abbiamo la nostra borsetta con programma, piantina del campus e pass.
L'atmosfera è rilassata, amichevole, si inizia a prendere confidenza con il campus e a studiare il programma per decidere cosa seguire.
Dopo pranzo ci si sposta in centro per seguire la manifestazione d'apertura.
Alle 16 parte il corteo da Avenue Bourgiba e ben presto diventa chiaro a tutti i partecipanti che non si tratta di una manifestazione, ma di una maratona.
Non si arriva mai, ogni tanto qualche gruppo abbandona e si da alla fuga per le vie laterali. Scende la sera e ancora siamo in marcia, sempre in meno e meno festosi ma in marcia. Noi riusciamo ad arrivare alla conclusione ma talmente spossati che invece del concerto di Gilberto Gil ci ascoltiamo l'autoradio del tassista che ci riporta a casa.
Il secondo giorno inizia la vera vita del Social Forum. Arriviamo al campus ognuno con il suo programma, con i dibattiti da seguire segnati.
Ogni giorno sono previste tre sezioni di incontri 9/11.30, 13/15.30 e 16/18.30.
Per ognuno di queste sono previsti una media di 100 iniziative.
Gia dal primo giorno il programma va a farsi benedire. Nuguli di gente che gira alla ricerca della tenda X fino a  scoprire che non è stata mai montata, oppure che l'incontro è stato annullato.
Associazioni rimaste senza spazi che cambiano i loro workshop per farli insieme ad altri.
Mentre giri nella disperata ricerca dell'incontro che ti interessa, trovi pierre, come nei locali, che cercano di portati alla loro iniziativa sull'Egitto o sull'Ageria.
Tu continui la tua ricerca scartando argomenti solo per la difficoltà di ritrovare il posto, visto che il tempo scorre e si avvicina la fine della sessione.
Dopo un ora su e giu per il campus ci rinunci, sosta al bar caffe e panino, pronto per cercare di uscire vincente nel secondo round.
Questo sarà il filo conduttore di tutto il Social Forum

Gia dal secondo giorno, l'aria da "volemose bene" sparisce.
Mentre tu continui la tua ricerca infinita dell'incontro da seguire ti ritrovi in mezzo a litigate, che in alcuni casi sfiorano la rissa.
I marocchini che alzano la musica per infastidire la tenda dei vicini algerini che per ripicca alzano la loro di musica, mentre uno del Fronte Polisario li manda a cagare insieme dalla strada di sopra.
I comunisti tunisini si azzuffano con quelli iracheni per una foto di Saddam. I siriani passano il tempo a pistarsi le bandiere fra loro. Quelli del Mali non possono vedere i Tuareg. Praticamente non si seguono i dibattiti ma non ci si annoia.

Il gruppo italiano è piu composto e monotematico: dove trovare alcolici.
Il 90% delle discussioni fra noi sono dritte sui vari locali dove si può bere una birra.
Piu variegate sono le discussioni con i rappresentanti degli altri paesi. Gli europei ci girano intorno, ma la sostanza del discorso è "state proprio con le pezze al culo, non vi son bastati 20 anni di Berlusconi". Ma l'oscar lo vincono gli islamici con la loro ricerca della tua conversione last-minute. Inutile spiegargli che sei ateo, che odi ogni tipo di religione, ti ascoltano sorridendo e ti salutano ammicandoti con un "non ti preoccupare diventerai anche tu un buon mussulmano". Oppure ti può capitare di esser fermato da una ragazza che indossa il niqab, il velo integrale, che sorpresa ti domanda:"oh ma non mi riconosci? Mi hai intervistato ieri".

Sono stati quattro giorni molto divertenti e ne esco con una certezza: per seguire un Social Forumci vuole il fisico ma soprattutto un preparatore atletico.
Un altro mondo è possibile!!! Andromeda stiamo arrivando!!!